Home BlogMateriali Perché costruire in acciaio? 7 buoni motivi per farlo

Perché costruire in acciaio? 7 buoni motivi per farlo

Un materiale dalle innumerevoli caratteristiche di cui, forse, se ne tiene troppo poco conto.

di Redazione
costruire in acciaio

A differenza dell’edilizia che opera con il laterocemento, quella che utilizza l’acciaio è completamente “a secco”, senza getti in opera, con importanti vantaggi sia sotto l’aspetto della rapidità di costruzione che dell’impatto dei lavori. Costruire in acciaio vuol dire realizzare un qualcosa di alternativo, vediamo perchè:

È duraturo

L’acciaio è espressione d’arte che dura nel tempo; esso mantiene costanti le sue proprietà tecnologiche e meccaniche e queste sono facilmente controllabili in qualsiasi momento. La conservazione di queste caratteristiche non dipende dalle condizioni di montaggio della struttura e molti tipi di superfici di acciaio non richiedono alcun trattamento protettivo. Al contrario, le qualità specifiche del calcestruzzo dipendono da molti fattori: dalla proporzione degli elementi che lo compongono (sabbia, ghiaia, cemento e acqua), dal loro cattivo impasto, dalla collocazione errata dei ferri d’armatura, dal montaggio in opera a temperature troppo basse o troppo alte, ecc.. Le strutture metalliche assorbono energia sismica utilizzando le elevate riserve plastiche proprie del materiale: dal punto di vista tecnico ciò si traduce nella realizzazione di dettagli costruttivi meno onerosi e pesi strutturali decisamente inferiori a quelli di analoghe soluzioni in materiali tradizionali. La capacità di sopportare notevoli azioni dinamiche rispetto al peso proprio della struttura favorisce l’acciaio come materiale più idoneo per la costruzione di ponti stradali e ferroviari, riducendone, pertanto, l’impatto ambientale. Inoltre tutti i prodotti realizzati in acciaio sono obbligatoriamente marcati CE.

È antisismico

L’elasticità e la duttilità dell’acciaio sono le qualità necessarie per assorbire le sollecitazioni dell’evento sismico. Inoltre, l’acciaio è un materiale isotropo, ha quindi la stessa capacità di resistenza agli sforzi di trazione o di compressione, agli sforzi longitudinali o trasversali. Inoltre la struttura d’acciaio è più leggera, limitando pertanto le forze d’inerzia proporzionali alla massa degli elementi strutturali.

È sicuro

Perché ha un’ottima resistenza al fuoco e alla corrosione. In caso d’incendio, una struttura formata da travi in acciaio è in grado di sopportare temperature assai elevate consentendo anche una più facile individuazione e riparazione dei danni. Con un’adeguata protezione meccanica (vernice protettiva) ed elettrochimica (zincatura a freddo o a caldo) una struttura in acciaio può inoltre resistere alla corrosione per molte decine d’anni. 

È conveniente

L’acciaio è competitivo sul piano economico per varie ragioni: dalla velocità costruttiva ai ridotti costi di manutenzione, dalla rapidità di ammortamento al risparmio nell’utilizzo di materiale, dalla riduzione delle fondazioni all’impiego di prodotti siderurgici standard per aree di cantiere limitate. Consente un notevole risparmio di tempi e costi di costruzione e grazie all’impiego di strutture prefabbricate, già controllate e collaudate in officina e alla facilità di assemblaggio sul cantiere, si possono consegnare soluzioni “chiavi in mano” in tempi record. La struttura in carpenteria metallica, più leggera di quella in calcestruzzo, richiede inoltre fondazioni meno profonde e complesse e pertanto più economiche. La leggerezza dei profili in acciaio richiede fondazioni contenute con conseguente riduzione dei costi: la leggerezza della struttura in carpenteria metallica consente di ridurre i volumi di scavo, di calcestruzzo e di reinterro, altri importanti elementi da tenere in considerazione ai fini della valutazione dei costi realizzativi. Il tutto si traduce anche in cantieri più puliti (grazie all’anticipata lavorazione in officina) e sicuri (limitata necessità di macchine e mezzi).

È flessibile

Perché si adatta facilmente alle diverse esigenze progettuali come la trasformazione architettonica di un edificio, ampliamenti, ristrutturazioni, cambi di destinazione d’uso o integrazione di diverse funzioni negli stessi spazi. L’estrema precisione meccanica delle strutture in acciaio permette di affrontare qualsiasi tipo di intervento ottenendo grandi vantaggi in termini di durabilità e redditività del fabbricato nel tempo. Solo l’acciaio permette interventi di recupero di edifici storici grazie alla possibilità di rinforzo anche localizzato delle strutture preesistenti con elementi non invasivi sia dal punto di vista architettonico che della fruibilità dell’edificio.

È “espressivo”

Per le sue caratteristiche tecnologiche l’acciaio permette libertà espressive sconosciute ad altri materiali da costruzione. Grazie all’ingombro ridotto delle strutture e dei profili, l’acciaio permette di sfruttare al massimo la superficie disponibile lasciando al progettista la totale libertà espressiva. La possibilità di concepire spazi interni molto ampi senza strutture intermedie di sostegno è senza dubbio la grande potenzialità dell’acciaio. Anche il facile connubio con il vetro consente di creare ampie superfici luminose e immaginare spazi difficilmente realizzabili con materiali più tradizionali, sfruttando la luce naturale per ottenere effetti di grande eleganza.

È ecologico e sostenibile

L’acciaio risponde pienamente ai principi di riciclabilità e durabilità. Il ciclo di vita di un fabbricato in acciaio è notevolmente più lungo rispetto ad uno tradizionale e anche le eventuali modifiche di destinazioni d’uso hanno un impatto ambientale assai ridotto. Sostenibilità ambientale significa riciclabilità e durabilità.  L’acciaio è il materiale più riciclato nel mondo, sono riciclate 14 tonnellate al secondo.  L’Italia è il 1° paese europeo per riciclo di rottame ferroso con una media di circa 20 milioni di tonnellate annue di materiale che viene rifuso nelle acciaierie nazionali. Dopo aver esaurito le proprie funzioni strutturali il 100% dell’acciaio rottamato viene riciclato (senza perdere alcuna proprietà) e il 99% dei profili (sia piani che lunghi) viene recuperato in quanto facilmente separabile dagli altri materiali. L’acciaio dunque contribuisce, direttamente ed indirettamente, alla conservazione delle risorse naturali.

 

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento