Home BlogNormativa SismaBonus: tutto quello che c’è da sapere

SismaBonus: tutto quello che c’è da sapere

Un nuovo quaderno tecnico che affronta la classificazione sismica degli edifici alla luce delle novità normative presentando anche alcuni casi studio pratici.

di Redazione
SismaBonus

Il miglioramento del patrimonio costruito italiano è fondamentale per conferire nuovamente dignità ad un settore, come l’edilizia, che più di altri ha subito la crisi economica dell’ultimo decennio. La Legge di Bilancio 2017, con il Decreto Ministeriale attuativo del 28 febbraio 2017, ha introdotto uno strumento importante per ridare linfa al patrimonio costruito italiano: il SismaBonus. Tale strumento si configura come un’occasione per un piano nazionale di prevenzione e di valutazione sismica degli edifici volto ad incentivare, attraverso dei bene t, l’azione di messa in sicurezza. Lo Stato mette a disposizione contributi e coperture economiche che variano dal 70% all’85% dei lavori eseguiti, dopo un’attenta valutazione della classe di vulnerabilità dell’edificio indicando le migliorie da apportare. L’importanza del SismaBonus è evidenziata anche dal CNI (Consiglio Nazionale Ingegneri) che in più riprese ha lodato il SismaBonus apprezzando la volontà anche di volerlo inserire nella Legge di Bilancio 2018. I dati in possesso al CNI però, evidenziano una situazione alquanto incresciosa. Su 4000 tecnici solo 1 su 3 conosce in maniera approfondita l’argomento e solo il 6,1% degli intervistati dichiara di averne usufruito.

Le criticità maggiori evidenziate dal CNI riguardano: la scarsa consapevolezza dei proprietari di immobili della necessità di inter- venti di mitigazione del rischio (37,8% degli intervistati); i lavori per la mitigazione del rischio percepiti come eccessivamente invasivi (28,3%); l’impossibilità, per gli incapienti, di ricorrere al SismaBonus (26,9%); la scarsa conoscenza della misura da parte dei proprietari di immobili (26,7%).

calcolostrutturale.com ha messo a punto una quaderno tecnico che si concepisce come una Guida pratica all’uso che vuole essere un valido strumento di supporto per gli addetti ai lavori che intendono approcciarsi al SismaBonus. Il testo affronta dapprima un excursus sulla normativa sismica italiana e le novità della Legge di Bilancio 2018 sul bonus; poi si so erma, attraverso un focus approfondito, sulle potenzialità del SismaBonus e sulle due tipologie a rontando quanto riportato all’interno delle Linee Guida Ministeriali. Il capitolo 3 e 4 esamina- no esempi utili, sia per edifici in cemento armato che in muratura, per il lettore che intende approcciarsi per la prima volta, proponendo anche un esempio applicativo. Le spiegazioni ed i commenti sono sempre avvalorati da calcoli analitici a disposizione del lettore e da grafici esplicativi per rendere più fruibili i concetti.

Acquista subito una copia del quaderno tecnico!

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento