Blumatica
Attualità

ANCE: aprire tavolo di discussione per la crisi dell’edilizia

Tramite comunicato stampa l’ANCE esprime la necessità e l’urgenza di aprire un tavolo di confronto con il Governo sulle costruzioni.

14 Dicembre 2018
ance crisi edilizia
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.
L’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) all’incontro con il Ministro Luigi Di Maio, tramite il Presidente Gabriele Buia, torna a far sentire la sua voce evidenziano tutte le problematiche che il settore edile sta attraversando. L’ente evidenzia la necessità di un contributo maggiore ed interventi immediati che garantiscano un minimo di ripresa facendo aumentare l’occupazione.
“Abbiamo ribadito pubblicamente al Ministro Di Maio la necessità di aprire un tavolo di crisi per l’edilizia, perché occorre porre la massima attenzione sulla gravità della situazione del settore che perde ancora occupazione dopo 10 anni di crisi”, ha spiegato il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, intervenendo al tavolo per le Pmi convocato al Mise dal Vicepremier.
“La Legge di bilancio poggia su una previsione di incremento cospicuo degli investimenti pubblici, ma senza interventi immediati per semplificare le procedure e sbloccare la spesa sarà impossibile rispettare queste previsioni”, chiarisce Buia. Le imprese sono asfissiate dalla burocrazia e dalla sedimentazione normativa: “siamo costretti a lavorare più con gli avvocati che con i tecnici”. Il risultato di questa inefficienza della spesa è sotto gli occhi di tutti. Per realizzare un’opera pubblica di medie-grandi dimensioni ci vogliono 15 anni, nel frattempo il gap infrastrutturale dell’Italia rispetto agli altri paesi europei è salito a 84 miliardi di euro.
E’ necessario, dunque, approvare subito alcune misure incisive, intervenendo sul processo decisionale e sulle norme che bloccano la spesa e nello stesso tempo procedere a una revisione profonda del Codice appalti che “come abbiamo denunciato da tempo ha contribuito a ingessare il settore bloccando i cantieri, senza riuscire ad arginare la corruzione”.
Ma occorre fare in fretta. Il sistema è allo stremo: piccoli, grandi e medi, mentre il Paese necessita al più presto di un grande Piano di manutenzione e di sviluppo delle infrastrutture.
Rete Professioni Tecniche
Articolo precedente

Rete Professioni Tecniche: preoccupazione su infrastrutture, opere pubbliche e progettazione

Articolo successivo

Federal Building Torino: scelto il progetto dello studio Iotti + Pavarani

Federal Building Torino
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua