Blumatica
Attualità

BIM ed innovazione tecnologica

Il Building Information Modeling è diventato la chiave di volta per la trasformazione digitale e dal 2025 sarà obbligatorio per tutte le nuove opere.

25 Luglio 2022
BIM
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.

Con BIM si definisce la rappresentazione digitale delle caratteristiche geometriche e fisiche di un edificio, un unico modello che racchiude tutte le informazioni che riguardano il suo intero ciclo di vita: dalla progettazione alle fasi di costruzione per arrivare infine alla demolizione e dismissione. Il modello è creato da una squadra di differenti professionisti che, collaborando, può inserire tutti i dettagli della costruzione: dai dettagli architettonici ai dettagli strutturali inserendo pure la rete impiantistica. Ciò permette di valutare eventuali interferenze e criticità ancor prima della costruzione fisica dell’opera permettendo ai progettisti di correggere eventuali errori.

Secondo quanto definito nella Norma UNI 11337-6 il BIM è caratterizzato da 7 “dimensioni”:

  • 1D: Concept design;
  • 2D: Elaborati 2D come piante, prospetti e sezioni;
  • 3D: Rappresentazione tridimensionale del prodotto;
  • 4D: Analisi della durata o tempi (programmazione);
  • 5D: Analisi dei costi (computi, stime e valutazioni economiche);
  • 6D: Fase di gestione dell’opera (uso, manutenzione e dismissione);
  • 7D: Valutazione della sostenibilità (sociale, economica e ambientale).

La NORMATIVA: Il BIM nella normativa italiana è introdotto dalla Direttiva 24/2014 che costituisce il riferimento normativo del BIM in Europa e dal Codice dei Contratti e degli Appalti pubblici (D. Lgs. n.50 del 18 aprile 2016). L’obbligatorietà del BIM, le modalità e i tempi di introduzione, sono stati definiti nel Decreto BIM (DM 560 del 1° dicembre 2017). Tale decreto stabilisce l’obbligo di introduzione di metodologie operative di modellazione:

  • Dal 1° gennaio 2019 per opere di importo da 100 milioni di euro;
  • Dal 2020 per opere di importo oltre i 50 milioni di euro;
  • Dal 2021 per opere di importo oltre i 15 milioni di euro;
  • Dal 2022 per opere di importo oltre 5,3 milioni di euro;
  • Dal 2023 per opere di importo oltre 1 milione di euro;
  • Dal 2025 per tutte le nuove opere.
calcestruzzi fibro-rinforzati (FRC)
Articolo precedente

La resistenza a trazione dei calcestruzzi fibro-rinforzati (FRC): verità o falso mito?

Articolo successivo

Il ponte sullo stretto di Messina

Il ponte sullo stretto di Messina
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua
special-pop-up-banner_summer