Home BlogNormativa Decreto Semplificazioni: le FAQ di ANCE sulla legge di conversione

Decreto Semplificazioni: le FAQ di ANCE sulla legge di conversione

L’Associazione Nazionale Costruttori Edili ha pubblicato le FAQ in merito alle questioni più comuni riguardanti il Decreto Semplificazioni.

di Redazione
decreto semplificazioni ANCE FAQ

L’Associazione Nazionale Costruttori Edili ha pubblicato diverse risposte alle questioni più comuni riguardanti il Decreto Semplificazioni. La legge è entrata in vigore l’11 settembre 2020 con il n.120 dal titolo “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale“. Le misure riguardano in prevalenza questioni in merito ai lavori pubblici. Il documento consta di 5 parti che sono nello specifico:

  • Appalti sottosoglia;
  • Appalti soprasoglia;
  • RTI e consorzi;
  • Antimafia;
  • Collegio consultivo tecnico.

I contenuti del documento

In merito agli appalti sottosoglia, le FAQ ANCE sul Decreto Semplificazioni chiariscono alcuni aspetti sull’evidenza dell’avvio delle procedure negoziate e sull’attività di informazione che gli enti pubblici devono eseguire. Inoltre viene chiarita la possibilità del ricorso alle cosiddette procedure ordinarie (aperta o ristretta) rispetto a quella “emergenziale” contenuta nel decreto e richiesta alle Stazioni Appaltanti e quelle negoziate per importi inferiori a 1 milione di euro.

Per gli appalti soprasoglia l’ANCE chiarisce l’ambito applicativo dei poteri derogatori e la normativa sul subappalto da rispettare. Proprio su questo punto, l’Associazione ribadisce la necessità di un intervento normativo, a livello primario, teso a rendere coerente la disciplina nazionale sul subappalto con la normativa comunitaria. In merito a RTI e Consorzi, invece, si chiarisce che la disposizione si allarga anche ai consorzi.

Scarica il documento completo per leggere le FAQ di ANCE sul Decreto Semplificazioni.

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento