Home BlogAttualità Il MIT avvia una ricognizione sullo stato di molte opere: dighe, ponti e viadotti.

Il MIT avvia una ricognizione sullo stato di molte opere: dighe, ponti e viadotti.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha comunicato di aver costituito una task force composta da dirigenti del ministero ed esperti indipendenti con il compito di valutare lo “stato di salute” di varie opere.

di Redazione
MIT

A seguito della tragedia del crollo del Ponte Morandi a Genova, giovedì 16 agosto il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ha formalmente avviato con la massima urgenza un’azione di monitoraggio sullo stato di conservazione e manutenzione delle opere, viarie e non.

Le direzioni generali del Ministero a stretto giro invieranno a tutti gli enti e soggetti gestori di strade, autostrade e dighe una comunicazione formale in cui si chiede che entro il 1 settembre 2018 vengano segnalati al Ministero tutti gli interventi necessari a rimuovere condizioni di rischio riscontrate sulle infrastrutture di propria competenza, corredando le relative segnalazioni di adeguate attestazioni tecniche e indicazioni di priorità.

Là dove si ravvedano criticità, il Ministero invierà una task force composta da dirigenti del MIT e da esperti indipendenti. La task force, che agirà sotto il coordinamento della struttura tecnica di missione, avrà il compito di vigilare sullo stato di salute delle nostre infrastrutture per prevenire qualsiasi situazione di pericolo.

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento