Home BlogNormativa Normativa antincendio: la Regola Tecnica Verticale per gli edifici di civile abitazione

Normativa antincendio: la Regola Tecnica Verticale per gli edifici di civile abitazione

Nella seduta del CCTS del 17 luglio è stata presentata la bozza di Regola Tecnica Verticale del Codice di prevenzione incendi. Importanti disposizioni vengono definite per gli edifici di civile abitazione di altezza antincendio > 24 m.

di Redazione
Regola Tecnica Verticale

Il Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) tramite una Circolare inviata a tutti i Presidente degli Ordini territoriali, delle Federazioni e Consulte ha presentato la bozza di Regola Tecnica Verticale sugli edifici di civile abitazione – Codice di prevenzione incendi D.M. 03/08/2015 – “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139“. Il documento, a firma del Presidente del CNI Armando Zambrano, riporta che l’approvazione della bozza è stata ratificata nella seduta del Comitato Centrale Tecnico Scientifico (CCTS) del 17 luglio e invita i Presidenti a formulare osservazioni tecniche e proposte al testo.

Regola Tecnica Verticale: le novità

Le seguenti disposizioni riguardanti la regola tecnica verticale, hanno come campo di applicazione gli edifici di civile abitazione di altezza antincendio > 24 m. La bozza riporta una classificazione in relazione alla massima quota dei piani h ed è la seguente:

  • HC: h ≤ 32 m;
  • HD: h ≤ 54 m;
  • HE: h ≤ 80 m;
  • HF: h > 80 m;

Le aree dell’attività sono classificate come segue:
TA: unità abitative o ad uso esclusivo (es. appartamenti, …);
TB: unità non abitative, destinate a piccole attività di tipo civile (es. studi professionali e piccoli uffici, …);
TC: spazi comuni, aree o parti dell’edificio che non si configurano quali unità abitative o ad uso esclusivo (es. scale e corridoi condominiali, atri, androni, terrazzi condominiali, rampe e passaggi in genere, …);
TM1: depositi o archivi di superficie lorda ≤ 25 mq con carico di incendio specifico qf ≤ 1200 MJ/mq, oppure di superficie lorda ≤ 100 mq con carico di incendio specifico qf ≤ 600 MJ/mq;
TM2: depositi o archivi di superficie lorda ≤ 400 mq con carico di incendio specifico qf ≤ 1200 MJ/mq, oppure di superficie lorda ≤ 1000 mq con carico di incendio specifico qf ≤ 600 MJ/mq;
TO: locali con affollamento > 100 occupanti (es. locali ad uso collettivo, sale conferenze, sale riunioni, …);
TT: locali tecnici rilevanti ai fini della sicurezza antincendio;
TZ: altre aree.

La Regola Tecnica Verticale riporta come valutare il rischio incendio e quali sono le strategie antincendio. Il testo specifica la reazione e resistenza al fuoco, la compartimentazione, l’esodo, la gestione della sicurezza, il controllo, la rivelazione e allarme, l’operatività e la sicurezza degli impianti tecnologici di servizio.

Scarica il documento completo:

  Bozza Regola Tecnica Verticale - Norma antincendio (121,3 KiB)
Per scaricare il documento occorre autenticarsi qui.

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento