SED
Attualità

QUANTOBONUS110: il sito per il calcolo del Superbonus 110%

È on line il sito dell’ANCE per il calcolo della sostenibilità degli interventi

6 Settembre 2021
QUANTOBONUS110
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.

L’ANCE (Associazione nazionale costruttori edili) ha messo a punto il portale QUANTOBONUS110, uno strumento per aiutare cittadini e imprese nell’applicazione delle agevolazioni fiscali previste dal SismaBonus 110%.


Si tratta di un sito interattivo che, attraverso una serie di domande, fornisce informazioni relative agli interventi che è possibile effettuare, le modalità di accesso agli incentivi con relativo utilizzo e la valutazione della sostenibilità degli interventi.


In tal modo il cittadino può avere a disposizione una stima approssimata della fattibilità tecnica ed economica dei lavori di miglioramento sismico o adeguamento energetico degli immobili. L’obiettivo del sito quantobonus110, rilasciato dall’ANCE, è stato quello di creare “uno strumento alla portata di tutti, facile da usare e che offre una panoramica completa sotto il profilo economico, fiscale e giuridico per orientarsi efficacemente nella scelta degli interventi da avviare”.


Il primo step è quello di scegliere la tipologia di immobile per il quale valutare il Superbonus: Unifamiliare o Condominio.


Ricordiamo che l’edificio residenziale è definito Unifamiliare se dotato di un accesso autonomo, non comune con altre unità abitative, qualora fosse presente un cancello o portone che lo separi dall’esterno e se composto da massimo 4 unità immobiliari di proprietà della stessa persona. Viceversa la scelta deve ricadere su Condominio: nello specifico parti comuni di un condominio oppure singole unità abitative di un condominio per i quali sono previsti anche lavori nelle parti comuni.


Il passaggio successivo chiede all’utente se, a prescindere dalla scelta precedente, l’immobile è destinato ad uso residenziale. Se così non fosse non è possibile beneficiare degli incentivi fiscali. Per i condomini è necessario che almeno il 50% della superficie totale dell’edificio sia destinato a civili abitazioni; gli edifici unifamiliare, invece, devono appartenere alla categoria catastale A, ad eccezione di palazzi storici, abitazioni signorili, abitazioni in villa, uffici e studi privati.


Dal terzo step in poi la procedura si differenzia per le due tipologie di immobili. Comunque in entrambi i casi nei passaggi successivi sarà chiesto all’utente:

  • se l’immobile è in possesso di un titolo edilizio valido, a meno che non sia stato completato prima del 1° Settembre 1967;
  • la tipologia di intervento da realizzare, demolizione-ricostruzione o ristrutturazione;
  • la presenza o meno di interventi trainanti.

Al termine della procedura comparirà un quadro riepilogativo delle spese, le procedure da eseguire (studio di fattibilità, progetto, affidamento dei lavori ed esecuzione degli stessi), i tecnici a cui rivolgersi ed infine le modalità di gestione del credito.

CILA
Articolo precedente

Superbonus edilizio al 110%: le novità del modello CILA

Articolo successivo

Aggiornamenti su Superbonus 110%: i dati forniti dall’ENEA

aggiornamento ENEA
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua
Lo strutturista