Home BlogTerritorio Vulnerabilità e sicurezza degli edifici in muratura a Cerreto Sannita

Vulnerabilità e sicurezza degli edifici in muratura a Cerreto Sannita

A 330 anni dal sisma, il Comitato Civico del comune sannita organizza incontri tecnico-scientifici per i professionisti. 5 giorni per parlare di sismicità, NTC 2018 e nuove tecnologie.

di Redazione
Vulnerabilita forma sicurezza

Nell’ambito dell’evento “Vulnerabilità forma sicurezza” realizzato a Cerreto Sannita (BN) e patrocinato da diversi enti e ordini provinciali del capoluogo sannita, presso il Palazzo del Genio del comune, giovedì 7 giugno, si è tenuta la conferenza dal titolo: “ Vulnerabilità e sicurezza di edifici in muratura: gli effetti dei recenti terremoti, gli interventi di rinforzo ed i metodi di analisi”. Il dibattito tecnico ha visto l’intervento di numerosi docenti e luminari da tutta Italia sull’argomento proposto e le conferenze sono state suddivise in tre sessioni: la prima, prevista al mattino, ha posto l’attenzione su gli interventi di rinforzo di edifici in muratura secondo la nuova norma mentre, al pomeriggio, ha tenuto banco gli effetti dei recenti eventi sismici sugli edifici murari ed i metodi di analisi sismica sugli stessi. Gli interventi promossi dai docenti, della durata di mezz’ora, hanno posto l’attenzione sulla caratterizzazione dei fabbricati in muratura, dell’elevata presenza sul territorio italiano, degli interventi avvenuti pre e post sisma ed infine la modellazione degli stessi proposta dal Prof. Maurizio Angelillo e dal Prof. Bruno Calderoni.

La storia

L’evento nasce in ricordo dai 330 anni del terremoto del Sannio del 5 giugno 1688 di magnitudo 7.0 e con un numero di vittime di circa 10.000 persone. Il comune più colpito, sia per danni che per morti, fu Cerreto Sannita completamente distrutto dall’intensità e “crudeltà” del sisma. La ricostruzione dei primi anni del ‘700, affidata all’ingegnere Giovanni Battista Manni, ridiede lustro alla cittadina fortificando il tessuto costruttivo. La manifestazione durata dal 28 maggio al 9 giugno, ha visto il susseguirsi di numerose iniziative a carattere ingegneristico e non, rendendo la cittadina sannita, un punto di riferimento per tutto il beneventano.

 

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento