Blumatica
Attualità, SAIE

10 punti per far ripartire il settore delle costruzioni e il Paese

SAIE e la filiera delle costruzioni propongono la “Carta dell’Edilizia e delle Costruzioni” per indirizzare le istituzioni nella definizione delle politiche strategiche più urgenti e a lungo termine.

11 Maggio 2020
Settore edilizia: Carta dell'edilizia e delle costruzioni
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.

Il settore delle costruzioni comprende 734.400 imprese attive e rappresenta il 22% del Pil nazionale. Tale comparto ha generato nel 2019 circa 130 miliardi di euro in investimenti (trend crescente negli ultimi 3 anni). La chiusura forzata in questi mesi dovuta all’emergenza sanitaria da Coronavirus, secondo le stime di ANCE, potrebbe generare un calo di circa il 10% degli investimenti, con riflessi importanti sull’economia italiana. Con questi presupposti che il Gruppo Tecniche Nuove e SAIE (Bologna Fiere, 14-17 ottobre 2020) ha realizzato la “Carta dell’Edilizia e delle Costruzioni”, un documento condiviso dalle principali associazioni della filiera che traccia alcuni “suggerimenti” rivolti alle istituzioni per aiutare le imprese in questo particolare momento di difficoltà e per realizzare riforme strutturali: dalla liquidità alle aziende allo sblocco dei cantieri, dalla minore burocrazia alla semplificazione dei processi, fino alle procedure più snelle per l’avvio dei cantieri, alla digitalizzazione e al rafforzamento di bonus e incentivi.

La Carta dell’Edilizia e delle Costruzioni

Di seguito si riportano i 10 punti programmatici per il rilancio del settore delle costruzioni:

  1. Una strategia organica per interventi su scuole, sanità, infrastrutture e sistemi di trasporto.
  2. Sblocco rapido dei cantieri già finanziati per produrre lavoro e generare reddito, anche attraverso il lavoro dei Comuni e le Amministrazioni Locali sul territorio. Rilancio dei cantieri strategici.
  3. Sicurezza. Il COVID19 prevede la definizione di protocolli permanenti sulla sicurezza in cantiere e la loro esecuzione.
  4. Liquidità per gli attori della filiera per sostenerne la ripartenza. Non integralmente a debito ma quota a fondo perduto, anche attraverso il saldo dei debiti che la pubblica amministrazione ha nei confronti delle imprese e dei professionisti.
  5. “Sburocratizzazione” e semplificazione delle procedure legate alla progettazione, alla costruzione e alla manutenzione di qualsiasi tipologia di edificio o infrastruttura. Procedure snelle, redazione di un codice e un regolamento che non necessiti di provvedimenti straordinari.
  6. Rafforzamento di bonus e incentivi per interventi premianti in termini di efficienza energetica e ristrutturazione green e più in generale revisione complessiva del patrimonio abitativo esistente attraverso l’adeguamento alle normative, l’utilizzo di tecnologie innovative e di sistemi e soluzioni performanti.
  7. Valorizzazione del ruolo della progettazione sia per quanto riguarda le nuove esigenze abitative, sia nello sviluppo delle città e dei sistemi urbani, andando oltre, laddove possibile, strumenti e standard obsoleti e non più adeguati alle condizioni odierne.
  8. Digitalizzazione della filiera finalizzata alla condivisione delle informazioni e alla condivisione di competenze e best practice del settore all’interno di una piattaforma digitale appositamente creata.
  9. Maggiore coinvolgimento delle figure professionali in alcuni processi gestiti oggi dalla pubblica amministrazione.
  10. Piano investimenti per i Comuni per dare avvio a una grande opera di manutenzione del territorio e di rigenerazione delle città.

Leggi il comunicato completo.

Ponte termico
Articolo precedente

Blumatica Ponti Termici FEM - Il software agli elementi finiti per i ponti termici

Articolo successivo

SismaBonus e EcoBonus: incentivi fino al 110% con il Decreto Rilancio

SismaBonus EcoBonus Decreto Rilancio
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua
Lo strutturista