Blumatica
Attualità

Aumento dei prezzi dei materiali da costruzione: in Gazzetta Ufficiale il decreto per la compensazione

Per l’ANCE i dati forniti sottostimano il reale aumento dei prezzi. Assenti il calcestruzzo e il legno strutturale

6 Dicembre 2021
Aumento dei prezzi
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.

La Commissione consultiva centrale per il rilevamento del costo dei materiali da costruzioni, composta da tecnici dei Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, stazioni appaltanti e tecnici del settore, ha approvato le variazioni relative all’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione registrate nel primo semestre del 2021 rispetto alla media dei prezzi dell’anno precedente.

Il decreto, atteso per il 31 Ottobre 2021 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei giorni scorsi, permette ai titolari di contratti pubblici di chiedere alle imprese appaltanti la compensazione dei costi per le spese sostenute in fase di realizzazione delle opere pubbliche.

Il MIMS, così come dichiarato lo scorso luglio, ha istituito un fondo di 100 milioni di uro per permettere alle stazioni appaltanti che non dispongono delle risorse sufficienti per adeguarsi all’aumento dei prezzi, di provvedere al pagamento degli oneri.

I tecnici hanno individuato 36 materiali da costruzioni e riportati, per ognuno di essi la percentuale di aumento.  Tale percentuale è stata calcolata come media ponderata dei dati forniti dai Provveditorati, Union camere ed Istant.

L’aumento più consistente è quello dei nastri di acciaio, pari al 76%, seguito dalle lamiere di acciaio (59%) e dalle lamiere in acciaio Corten (50%). È da segnare l’aumento anche dell’acciaio per cemento armato.

Nonostante questo, l’ANCE non si ritiene soddisfatta sostenendo per molti materiali l’aumento rilevato è nettamente più basso a quello reale e ha segnalato anche la necessità di considerare materiali aggiuntivi, quali energia elettrica, gas naturale e calcestruzzo che non sono stati inseriti all’interno della tabella.

Segnaliamo anche l’assenza del legno strutturale. Il presidente di AssoLegno Angelo Luigi Marchetti ha così commentato:  “ci sembra paradossale  che proprio nel momento storico in cui la sostenibilità è obiettivo primario dell’Europa e perno delle politiche del governo nazionale, venga scarsamente considerato proprio il materiale sostenibile per eccellenza, ovvero il legno strutturale che, più di ogni altro è in grado di aiutare il settore edile nel processo di transizione ecologica che porti a considerare il comparto delle costruzioni non più fonte di emissione di CO2 ma possibile bacino stoccaggio della stessa di stoccaggio della stessa”.

Aumento dei prezzi materiali da costruzione
Prevenzione Sismica
Articolo precedente

Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica “Diamoci una Scossa!”

Articolo successivo

Ristrutturazione edilizia e Nuova costruzione: le differenze tra interventi

Nuova costruzione e ristrutturazione edilizia
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua
special-pop-up-banner_summer