Blumatica
Lo Strutturista, Uncategorized

Insediamenti abitativi informali.

Carenze strutturali tipiche degli insediamenti informali. L’approccio di Build Change a soluzioni resilienti.

11 Agosto 2022
Insediamenti abitativi informali
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.

Per apprezzare la natura delle soluzioni tecnologiche proposte da Build Change, è fondamentale descrivere prima le necessità a cui queste debbono rispondere.

In tutto il mondo, numerosi edifici residenziali vengono spesso costruiti senza rispettare gli standard edilizi, definiti a livello nazionale ed internazionale, oppure adottando soluzioni costruttive non adeguate. Ciò è generalmente dovuto ad una mancanza di consapevolezza da parte di governi e persone e, allo stesso tempo, ad un’assenza di incentivi e alla presenza di limitazioni finanziare che, sempre più frequentemente, costringono le famiglie ad una vita in condizioni precarie.

Strutture in muratura non confinata e non rinforzata, realizzata con mattoni in fango, argilla, pietra o blocchi in calcestruzzo, soldi o perforati, posti in opera su letti di malta di scarsa qualità, sono piuttosto comuni tanto in America Latina come nel est e sud-est asiatico. Le coperture possono essere flessibili e leggere (es. lamiera zincata, fibrocemento, materiali organici, etc.) o rigide e pesanti, realizzate con solette di calcestruzzo armato, generalmente povere in barre d’armatura e precariamente connesse ai muri sottostanti.

Nonostante alcune differenze, dovute all’uso di materiali locali, alla distribuzione degli spazi interni, all’ubicazione e alle preferenze culturali, tutte queste strutture hanno in comune significative vulnerabilità strutturali, causate da una serie di problematiche quali:

  • Irregolarità strutturali: ad esempio, distribuzione irregolare dei setti murari in pianta, solai a sbalzo occupati ed in cattive condizioni, forme e distribuzioni irregolari in pianta, piani deboli o soffici;
  • Mancanza di percorsi di carico definiti: ad esempio, assenza di cordoli in calcestruzzo armato in sommità alla muratura e di connessione tra i setti murari;
  • Scarsa duttilità e resistenza: dovuta all’uso di sistemi strutturali caratterizzati da comportamento fragile, come ad esempio muratura non confinata e non rinforzata, muratura impropriamente confinata, non duttilità degli elementi e dei nodi in calcestruzzo armato, utilizzo di materiali fragili e con bassi valori di resistenza quali mattoni in argilla o fango, blocchi di pietra, letti di malta di scarsa qualità, etc.

Queste vulnerabilità aumentano in modo esponenziale negli edifici multipiano, sempre più diffusi soprattutto nei quartieri informali delle aree urbane, dove l’alta densità demografica e la rapida crescita dei nuclei familiari fanno sì che spesso un secondo o un terzo piano si aggiunga al già precario, mal progettato e mal costruito, primo piano.[…]

Per leggere l’articolo completo acquista il numero 9 della rivista Lo Strutturista.

Per essere sempre aggiornato e leggere contenuti inediti abbonati alla rivista Lo Strutturista – La prima rivista per gli strutturisti italiani.

doppia Laurea
Articolo precedente

La doppia Laurea

Articolo successivo

Ponte dei Dardanelli: il più grande ponte sospeso mai realizzato

Ponte dei Dardanelli
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua