Home BlogTerritorio Online il Portale unico nazionale per gli appalti statali e locali

Online il Portale unico nazionale per gli appalti statali e locali

Disponibile la piattaforma informatica del portale unico nazionale per gli appalti statali e locali. Numerose novità e semplificazioni per gli enti pubblici.

di Redazione
Portale unico nazionale

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha ufficializzato l’operatività del Portale unico nazionale per la pubblicità delle gare e dei programmi di lavori, beni e servizi. La messa online del portale è stato possibile grazie alla collaborazione tra la Direzione generale per la regolazione e i contratti pubblici del Mit, gli Osservatori regionali e provinciali dei contratti pubblici ed Itaca. La piattaforma consente una consultazione dei bandi e della documentazione attraverso un unico portale. Come riportato dal MIT l’obiettivo è quello di semplificare gli obblighi informativi a carico delle stazioni appaltanti e migliorare sia la trasparenza che la diffusione dei dati e delle informazioni relative a bandi, avvisi ed esiti di gara e alla programmazione di lavori, beni e servizi.

Portale unico nazionale: come funziona?

La piattaforma innovativa del Servizio Contratti Pubblici (SCP) consente:

– di semplificare l’attività delle stazioni appaltanti relativamente agli obblighi informativi previsti dal Codice dei contratti pubblici;
– di facilitare l’accesso ai dati relativi ai bandi, avvisi ed esiti di gara, nonché alla programmazione di lavori, beni e servizi delle amministrazioni, assicurandone la massima trasparenza;
– di rendere più efficaci gli strumenti di analisi e di valutazione delle politiche pubbliche sugli investimenti.

In una nota, il Ministero evidenzia l’obbligo di utilizzo a partire dal 1 luglio 2019 e da tale data:

– le stazioni appaltanti statali e di livello centrale e le stazioni appaltanti di ambito locale con sede nelle Regioni/Province autonome che non hanno ancora attivato un proprio sistema informativo assolveranno agli obblighi informativi, di cui sopra, tramite il Servizio Contratti Pubblici disponibile all’indirizzo https://www.serviziocontrattipubblici.it ;
– le stazioni appaltanti di ambito locale con sede nelle Regioni/Province autonome che hanno attivato un proprio sistema informativo pubblicheranno su detti sistemi, i bandi/avvisi ed esiti di gara e i programmi di lavori, beni e servizi, secondo le indicazioni fornite dagli Osservatori Regionali o strutture equivalenti; in caso di utilizzo della piattaforma SCP quest’ultima reindirizzerà le stazioni appaltanti direttamente sui sistemi informativi regionali attivi.

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento