Home BlogAttualità Opere pubbliche incompiute in Italia: sono 647 secondo il MIT nel 2017

Opere pubbliche incompiute in Italia: sono 647 secondo il MIT nel 2017

I dati aggiornati al 31 dicembre 2017, evidenziano un elevato numero di fabbricati incompiuti; 105 in meno al 2016 (-14%).

di Redazione
opere pubbliche incompiute

L’aggiornamento dell’Anagrafe delle Opere pubbliche Incompiute di interesse nazionale aggiornato al 31 dicembre 2017 è finalmente online. I dati evidenziano che, rispetto al 2016 c’è stata una contrazione del numero delle opere incompiute, ridotte da 752 a 647 (- 105 opere, pari a – 14%), confermando una ripresa a completamento delle opere, già registrata lo scorso anno. L’azione sinergica intrapresa tra il Mit, le Regioni e le Provincie autonome, con la fattiva collaborazione istituzionale di ITACA, ha peraltro prodotto risultati ancor più significativi sotto il profilo dell’accuratezza dell’indagine alla pubblicazione dell’elenco-anagrafe.

I dati delle opere pubbliche incompiute

I dati, inseriti dalle amministrazioni titolari dei procedimenti sull’apposito sito tramite il SIMOI (Sistema informatico di monitoraggio delle opere incompiute), sono pubblicati sul sito tematico www.serviziocontrattipubblici.it e, in formato “aperto”, sul catalogo open data al seguente link.

Di seguito, nel dettaglio, la rilevazione delle opere incompiute nazionali e regionali riferita ai dati dell’anno 2017 pubblicati al 30 giugno 2018:

dati simoi 2018

Dati SIMOI 2018

L’aggiornamento dell’anagrafe delle opere incompiute di competenza, rispettivamente, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e delle Regioni e delle Provincie Autonome, è realizzato ai sensi del D.M. 13 marzo 2013, n. 42 disciplinante il “Regolamento recante modalità di redazione dell’elenco anagrafe delle opere pubbliche incompiute, di cui all’art. 44 bis del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214”.

L’analisi

I dati riportati in tabella e analizzati nella sua interezza, mostrano comunque una riduzione importante delle opere incompiute. Il dato negativo viene evidenziato in Campania con un aumento delle opere incompiute di 15 unità (da 26 a 41 opere) mentre quello più positivo riguarda la Provincia Autonoma di Trento con un saldo del 66.7% (da 3 a 1). Globalmente comunque tale diminuzione evidenzia come l’edilizia e la cooperazione tra gli enti sia maggiore e rafforzata.  Che sia la volta buona?

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento