Home BlogVideo Efficacia ed utilizzo dei rinforzi strutturali con FRP sui pilastri

Efficacia ed utilizzo dei rinforzi strutturali con FRP sui pilastri

Video lezione dell’Ing. Marco De Pisapia per parlare dell’utilizzo e la particolarità degli frp sui pilastri.

frp

Uno dei modi per poter rinforzare i pilastri di una struttura esistente in cemento armato, consiste nell’applicare su di esso dei tessuti o lamine in materiali fibrorinforzati a matrice polimerica (spesso abbreviati in FRP, che sta per Fiber Reinforced Polymers). Negli FRP la matrice polimerica è normalmente costituita da resine di tipo termoindurente, generalmente resine epossidiche e più raramente in poliestere e in poliuretano.

Tale tecnica viene utilizzata quando ci si trova in presenza di pilastri che non risultano verificati a pressoflessione. Affinché tali verifiche risultino soddisfatte, bisogna aumentare il dominio di resistenza della loro sezione: si utilizza l’FRP. L’effetto che si ottiene è paragonabile a quello dell’aumento della quantità dell’armatura tesa del pilastro.

Tali tessuti, composti da fibre monodirezionali, vengono posti in opera lungo la direzione longitudinale del pilastro; è da notare che il contributo a compressione è però nullo. Al fine di evitarne il distacco, vanno messe in opera insieme a delle fasce di confinamento, le quali richiedono particolari accortezze.

Per maggiori informazioni o per ulteriori risorse visita la nostra sezione video oppure il blog dell’Ing. Marco De Pisapia.

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento