Blumatica
Attualità

Superbonus 110%, rischio fallimento

Le preoccupazioni ANCE sulla chiusura dei cantieri a causa dell’aumento dei prezzi e dello stop alla cessione del credito.

26 Aprile 2022
rischio fallimento superbonus
Redazione calcolostrutturale.com
La redazione di calcolostrutturale.com è composta da ingegneri edili, copy strategist ed esperti di marketing e comunicazione.

Dopo l’allarme lanciato da Federcostruzioni, a causa dello stop delle due principali banche italiane alla cessione del credito, arriva anche quello di ANCE che evidenzia il rischio fallimento del Superbonus 110%, i cui effetti inevitabilmente si rifletteranno sull’intero comparto edile.

Il rischio è che molte imprese non avranno modo di scontare il credito poiché sono esaurite le capacità fiscale degli istituiti bancari. Di conseguenza molti contratti salteranno.

Dopo le difficoltà legate al caro materiali, conseguenza dello scoppio del conflitto ucraino, il settore edile rischia grossi danni economici che si ripercuoteranno anche sull’occupazione dei lavoratori.

Le parole del presidente Buia sono chiare: la causa del possibile fallimento del Superbonus è da ricercare “nel proliferare di aziende che nulla hanno a che fare con il comparto delle costruzioni. Sono mesi che ci sgoliamo denunciando la nascita di quasi 12mila nuove società che si sono iscritte alle Camere di Commercio con il codice Ateco delle costruzioni ma che in realtà non hanno nulla a che fare con il nostro mondo, che anzi subisce solo gli effetti peggiori di questa speculazione.”

La nascita di queste numerose nuove società è dovuta anche al fatto che le imprese strutturate non riescono a gestire tutti i nuovi progetti, previsti nell’ambito di applicazione del SuperBonus 110”. Per Buia la soluzione è quella di “allungare per qualche altro anno la possibilità di usufruire del Superbonus”. L’esempio dovrebbero essere le regole previste per la ricostruzione delle zone complite dal terremoto del Centro-Italia del 2016 dove, “il denaro pubblico viene elargito solo a imprese qualificate.

Si attende il prossimo decreto del Consiglio dei ministri, che dovrebbe prevedere la quarta cessione del credito, dalle banche ai clienti che possono detrarlo dalle tasse. La situazione attuale è riassunta nell’infografica seguente, tratta da La Stampa del 19/04/2022.

Report interventi SuperBonus – La Stampa del 19/04/2022
prestazione energetica
Articolo precedente

Prestazione energetica degli edifici: nasce il Portale nazionale PNPE2

Articolo successivo

MECOBAT: il caso studio realizzato a Parigi.

Lo Strutturista 08
Il portale italiano degli strutturisti.
La rete degli strutturisti
Entra a far parte del più grandi network di strutturisti italiani.
Hai bisogno di un calcolo strutturale?
Un team di professionisti altamente specializzati è al tuo servizio
Ecco i servizi che possiamo offrirti:
Scegli quali servizi di ingegneria necessiti in totale sicurezza e affidabilità
Calcolo strutture in acciaio
Calcolo strutture in alluminio
Calcolo strutture in legno
Calcolo strutture in cemento armato
Calcolo strutture in muratura
Miglioramento ed adeguamento sismico
Con noi avrai garanzia di:
Tempi
di consegna certi
Rispetto
delle norme vigenti
Accuratezza
dei risultati di calcolo
Assistenza
continua
rottamazione bonus