Home BlogAttualità Bando “Sport e periferie”: prorogato fino al 16 gennaio 2019

Bando “Sport e periferie”: prorogato fino al 16 gennaio 2019

Con un decreto del Presidente del Consiglio arriva la proroga del Bando fino al metà Gennaio; il motivo è l’ingente richiesta pervenuta.

di Redazione
sport e periferie

Negli scorsi mesi si è parlato della definizione del Bando e dei criteri di accesso al finanziamento denominato “Sport e periferie”. Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 dicembre 2018, si è andato a modificare il precedente decreto del 31 ottobre 2018 recante individuazione dei criteri e delle modalità di gestione delle risorse del Fondo «Sport e Periferie». La modifica nello specifico, consente una deroga nella presentazione della domanda fino al 16 gennaio 2019. Gli interventi ammissibili per l’accesso al bando sono:

a) ricognizione di impianti sportivi esistenti su tutto il territorio nazionale;
b) realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi finalizzati all’attività’ agonistica, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane;
c) diffusione di attrezzature sportive con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti;
d) completamento e adeguamento di impianti sportivi esistenti da destinare all’attività’ agonistica nazionale e internazionale.

La proroga del bando “Sport e periferie”

Si riporta una stralcio del decreto messo in Gazzetta Ufficiale in data 12 dicembre 2018 n. 290.

Considerato l’interesse suscitato dal succitato Bando, l’ingente numero di chiarimenti richiesti all’Ufficio per lo
sport, nonché le numerose richieste di prorogare i termini di scadenza del bando, al fine di poter elaborare la proposta progettuale oggetto di richiesta di contributo; Considerata l’opportunità di favorire una maggiore partecipazione degli interessati alla selezione anche in considerazione delle finalità sottese al sopracitato Bando del 15 novembre 2018; Ritenuto pertanto di dover procedere a modificare il comma 2 dell’articolo 2 del sopracitato decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 31 ottobre 2018, nella parte in cui prevede che le richieste di contributo debbano essere presentate all’Ufficio per lo sport entro trenta giorni dalla pubblicazione del «Bando Sport e Periferie» e nei successivi quarantacinque giorni la commissione giudicatrice, formata da tre soggetti di adeguata professionalità, determina la proposta di graduatoria e la trasmette all’Ufficio per lo Sport che provvede alla pubblicazione della stessa sul proprio sito internet istituzionale.

 

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento