Home BlogAttualità L’anno che verrà… Buoni propositi per rilanciare l’edilizia nel 2019

L’anno che verrà… Buoni propositi per rilanciare l’edilizia nel 2019

Il 2019 sarà un anno cruciale per il mondo delle costruzioni. Dall’entrata in vigore del BIM al rilascio della Circolare sulle NTC 2018; cosa c’è da aspettarsi?

di Redazione
edilizia 2019

Con il 2018 ormai alle spalle e l’approvazione della legge di Bilancio, è tempo di programmi e progetti per il nuovo anno. I 12 mesi appena terminati hanno lasciato diverse novità (alcune incompiute!) nel mondo delle costruzioni ed anche eventi tragici che hanno segnato il nostro territorio. Cosa c’è da aspettarsi per il 2019?

Circolare NTC 2018: che sia la volta buona?

Dopo l’annuncio per luglio, poi settembre poi rimandato a data non precisata, il rinvio della Circolare è stato una costante nell’ultimo semestre. La nostra redazione ha evidenziato novità e criticità, realizzando focus ed interviste con eccellenze del settore quali Nunziata e Ghersi. Purtroppo il testo normativo presenta alcuni dubbi e parti incomplete; sebbene non abbia valore cogente si spera sia quanto più “esplicativa” possibile.

Struttura Centrale Unica di progettazione per gli appalti pubblici: è la soluzione?

All’interno del testo di bilancio approvato nel mese di dicembre è stata inserita la Struttura Centrale Unica di progettazione per gli appalti pubblici quale organo statale che si occuperà della progettazione delle opere pubbliche. Si occuperà di dare supporto alle Amministrazioni e offrire “aiuto” in termini di progettazione ed esecuzione. Per renderla operativa  bisognerà attendere un dpcm ad-hoc che definirà il suo funzionamento coordinandosi con il Codice degli Appalti. La domanda che sorge è: offrirà solo supporto alle Amministrazioni dettando le linee guida della progettazione oppure si sostituirà ai liberi professionisti? Ai posteri l’ardua sentenza!

SismaBonus ed Ecobonus vanno potenziati!

Maggiori agevolazioni per SismaBonus ed Ecobonus. Sebbene questi strumenti siano validi e numerosi chiarimenti hanno sciolto le annose problematiche relative alla cessione del credito, vanno trovate delle soluzioni per incentivarli. Il rilancio del settore passa sicuramente tramite il rilancio di questi strumenti.

Bonus Casa e Legge di Bilancio 2019

Il Governo nella Legge di Bilancio ha prorogato di un ulteriore anno gli sgravi fiscali per chi ristruttura casa o effettua degli interventi di risparmio energetico o antisismici. Oltre ai sopracitati SismaBonus ed EcoBonus particolare riguardo per:

  • Bonus ristrutturazioni con detrazione del 50% per una spesa massima di 96.000 euro;
  • Bonus verde con detrazione del 36% per terrazzi, balconi, giardini e per chi incentiva il verde pubblico;
  • Bonus mobili con detrazione del 50% per le spese di acquisto di mobili ed elettrodomestici.

1 Gennaio 2019: il BIM diventa obbligatorio!

Come previsto dal DM 560/2017 a partire dal 1 gennaio 2019, il Decreto BIM diventa obbligatorio. Come già affrontato in diversi articoli, l’obbligatorietà per la progettazione e l’esecuzione delle opere pubbliche secondo questo nuovo approccio scatta solo per importi molto alti in questa prima fase. Nel 2025 lo stesso si renderà obbligatorio per tutte le opere anche con importi inferiori ad 1 milione di euro.

Un segnale forte per Genova

L’assegnazione nelle scorse settimane alla cordata Salini-Fincantieri-Italfer per la ricostruzione del Ponte Morandi, è stato un segnale importante per tutto il settore delle costruzioni. A distanza di pochi mesi dall’evento, il Governo ed il Ministero delle Infrastrutture hanno risposto con velocità alle problematiche del territorio offrendo subito tutti gli strumenti per far ripartire il capoluogo ligure. La sfida per questo 2019 è mantenere le promesse della ricostruzioni in 12 mesi e far partire subito i lavori. Missione possibile?

0 commento
0

articoli correlati

Lascia un commento